#INSIEME

PAOLA FINALI

Fotografa e mamma

Abbiamo usato il tempo lentamente,
con una sana lentezza dimenticata nei “normali” giorni,
vissuti fino a pochi mesi fa.

Siamo una famiglia: Ingo fa la guida alpina, io la fotografa e siamo genitori felici di una bimba di quattro anni; da qualche mese poi si è aggiunto a noi anche un cagnolino. Per nostra indole e natura la maggior parte del tempo condiviso, prima come coppia e ora come famiglia, l’abbiamo sempre trascorso all’aria aperta…, fino ad un paio di mesi fa.

Siamo cambiati negli anni e se come coppia trascorrevamo molto tempo ad arrampicare, ad esplorare luoghi vicini e lontani del mondo, da quattro anni come famiglia, tutti insieme, godiamo soprattutto di cose più semplici ma non meno preziose e comunque sempre nella natura.

Dai primi di marzo il nuovo cambiamento è stato improvviso, obbligato ed enorme.
Abitiamo in montagna e la natura e le montagne sono la prima cosa che respiriamo quando apriamo gli occhi, le vediamo dalle finestre e dal balcone e improvvisamente ci è sembrato impossibile non poter uscire ed appoggiare i nostri piedi su neve, erba e sentieri che fanno parte della nostra quotidianità. Ma il rispetto profondo per la situazione, per il prossimo, per la vita e per il mondo stesso è prevalso su tutto.
Anche per Ingo che ha scelto di fare del suo amore per le montagne la sua professione, questo rispetto lo ha aiutato molto e ha reso più facile e serena ogni rinuncia di movimento nel mondo esterno.

Ci siamo goduti l’ultima intensa nevicata dell’inverno, in un giorno ai primi di marzo dal balcone di casa.

Abbiamo usato il tempo lentamente, con una sana lentezza dimenticata nei “normali” giorni vissuti fino ad un paio di mesi fa. E così ci viene anche da chiederci cosa corrisponda a “normalità”, perché il tempo che abbiamo vissuto insieme questi due mesi è stato profondo e attento.
La nostra bambina ci ha mostrato la sua grande adattabilità a questa nuova situazione di estremo cambiamento per lei e delle sue giornate, ci ha mostrato cosa significa vivere “qui ed ora”, ci ha mostrato la sua pazienza, il suo ottimismo e non ultimo la totale fiducia in noi.

Dopo il primo periodo di reclusione totale, come permesso dalle disposizioni della Provincia, abbiamo iniziato ad uscire e, seppur molto vicino a casa, siamo riusciti ad apprezzare tutti insieme il risvegliarsi della natura in questa particolare e per ovvi motivi indimenticabile primavera.
Io sono riuscita a fotografare questo risveglio che qui in montagna è veloce e potente per come la natura esplode dall’inverno.
Quest’anno poi il risveglio della primavera è stato ancora più prezioso e pieno di significato, facilmente paragonabile al risollevarsi dell’uomo, pieno di speranza per questo difficile momento.

Ci siamo spostati di pochi passi da casa e abbiamo finalmente appoggiato i piedi sul terreno reso morbido dallo sciogliersi della neve, ci siamo distesi nei prati dietro casa, in un inconscio bisogno di riconnessione con la natura e abbiamo respirato ad occhi chiusi nel bosco.
Abbiamo anche piantato fiori e carote, per stare tutti con le mani occupate nella terra, per vedere che un po' di lavoro oggi ci porterà (speriamo), con attesa e pazienza, dei frutti in futuro.
La natura ci ha mostrato che non appena ci facciamo da parte lei si prende i suoi dovuti spazi e risana le ferite e le cicatrici che il vivere umano le ha procurato.

Spero che quando questa epidemia ci permetterà nuovamente di uscire e di muoverci più liberamente lo faremo in punta di piedi e con il dovuto rispetto verso il mondo che ci circonda.

Paola Finali

#torniamoacamminare;  #backtowalk;  #insieme


Paola Finali 
Trascorro molto tempo immersa nella natura e in particolar modo in montagna; lì le sensazioni si intensificano e si purificano e vedo e tocco sempre con immensa meraviglia le infinite risorse degli spazi che mi circondano. Ho un legame intimo con la montagna e adoro viverla nelle sue diverse forme, camminando, arrampicando o faticando su una lunga salita. Adoro perdermi con la macchina fotografica nella natura per provare a rappresentarne potenza e splendore; sia che si tratti di un maestoso paesaggio alpino che di un piccolo particolare del sottobosco quando fotografo la natura il tempo si ferma mentre osservo oltre la superficie su cui scorre normalmente lo sguardo. Cercare di esaltare la perfezione e i dettagli della natura si accompagna a viverne odori, temperature, silenzi e sensazioni tattili nel momento dello scatto. Ed è continua ricerca e stupore. / www.paolafinali.com


Le mie calzature
Per muovermi e viaggiare leggera, sui sentieri e in città, anche nelle giornate più calde, la mia calzatura ideale e RAPIDA AIR WS, realizzata con materiali in parte riciclati.




Hot products
Hayatsuki GTX

New model

Tengu GTX

New color

Trekker Pro GTX

New color

Tengu Low GTX

New color

Selvatica Mid GTX
Alterra Lite Mid GTX

New model

Alterra Lite GTX

New model

Selvatica GTX Ws
Alterra Lite Mid GTX Ws

New model

Alterra Lite GTX Ws

New model

eShop Partner: Calicantus S.r.l. / Via Luigi Mazzon 30 30020 - Quarto D'Altino (VE) Italy / C.F. e P.IVA: 03757590272 / REA: VE- 335872 / PEC: calicantussrl@dadapec.com / Capitale sociale: € 100.000,00