ALTA VIA DOLOMITI BELLUNESI

ALTA VIA DOLOMITI BELLUNESI

— testo di Teddy Soppelsa; foto di Roberto De Pellegrin e Lorenzo Kleinschmidt

7 giorni in cammino nel cuore più selvaggio delle Dolomiti


Siamo nella parte meridionale della provincia di Belluno, all’interno del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi che l’Alta Via attraversa completamente, da nord a sud. La genesi di questo percorso sembra seguire la natura di queste montagne che chiedono tempi lunghi e tenacia per essere conosciute e amate. Il percorso, nato con l’idea di collegare le aree di maggior pregio naturalistico del Parco, è rimasto nell’oblio per venticinque anni, fino a quando, lo scorso anno, un gruppo di ragazzi della Sezione CAI Feltre lo scopre e se ne innamora. Attorno ad esso costruiscono un progetto, coinvolgono il Parco, le Sezioni CAI e i gestori dei rifugi, vogliono ridagli vita mettendo a frutto le loro esperienze.

Attraverso gli strumenti della comunicazione digitale l’obiettivo del progetto è di portare le montagne del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi all’attenzione di escursionisti che cercano un’esperienza autentica di cammino nella natura selvaggia, a pochi passi dalle Dolomiti più antropizzate, accettando i disagi, le fatiche e i limiti.

Il percorso parte da Forno di Zoldo, punto più a nord del Parco e attraversa i gruppi del Prampèr ­ Mezzodì, della Talvéna e della Schiara. Cala verso la Val Cordévole, aggira i selvaggi e quasi impenetrabili Monti del Sole e alla testata della Valle del Mis risale in quota verso i Piani Eterni, fin sotto le cime dolomitiche del Cimónega. Le due ultime tappe si snodano lungo la dorsale delle Vette Feltrine, per poi scendere verso Feltre, la porta meridionale del Parco, dove termina l’Alta Via.

Nella prima parte del percorso scenari di classica impronta dolomitica si susseguono a ripidi pendii a prato, conche scavate dai ghiacciai e cime dagli spalti erboso-rupestri. Nella seconda parte, oltre la Valle del Mis, aspetti dolomitici e prealpini si fondono mirabilmente in un ambiente assolutamente straordinario a contatto con una natura di riconosciuto pregio, arricchita dal fascino misterioso di luoghi ove si nascondono i miti di numerose leggende popolari.

Tappe e punti di appoggio sono liberamente programmabili. Per compiere l’intero percorso di circa 108 Km, con una media di circa 6 ore di cammino al giorno, sono necessari 7 giorni. Il percorso si snoda lungo sentieri ben segnati, identificati dai segnavia CAI e, per quasi due terzi, calca il tracciato delle famose Alte Vie delle Dolomiti n. 1 e n. 2.

Il progetto è sviluppato con il contributo del Parco Nazionale Dolomiti Bellunesi e in collaborazione con le sezioni CAI di Agordo, Belluno, Longarone, Oderzo e Val di Zoldo e Feltre. Fondamentale è stato il contributo di tre importanti aziende del settore outdoor: AKU, Ferrino e Karpos.

Da alcuni mesi è disponibile un esauriente sito web www.altaviadolomitibellunesi.it, con il quale potrete organizzare in tutti i dettagli il vostro cammino sull’Alta Via Dolomiti Bellunesi.

(Teddy Soppelsa nel 1994 ha ideato la TransParco, da cui l’attuale Alta Via Dolomiti Bellunesi ha preso forma)

Hot products
Superalp NBK GTX
259.90
Tengu Lite GTX Ws

New model

219.90
Trekker Pro GTX

New model

199.90
Trekker Lite III GTX

New model

179.90
Slope Micro GTX
169.90
Selvatica Mid GTX

New model

169.90
Selvatica GTX Ws

New model

159.90
Rapida GTX

New model

149.90
Rapida GTX Ws

New model

149.90
Bellamont II Plus
169.90

eShop Partner: Calicantus S.r.l. / Via Luigi Mazzon 30 30020 - Quarto D'Altino (VE) Italy / C.F. e P.IVA: 03757590272 / REA: VE- 335872 / PEC: calicantussrl@dadapec.com / Capitale sociale: € 40.000,00