• Sulle creste degli Alti Tatra

Orla Perc

il sentiero alpinistico più difficile dei Tatra polacchi

La bella e la bestia

Per molti appassionati i Tatra sono un luogo magico in cui tornano indipendentemente dalle condizioni meteorologiche.

È qui che sono nate molte leggende e se ne creano di nuove. I più grandi alpinisti polacchi hanno mosso i primi passi sui Monti Tatra. Alpinisti eccezionali come: Kukuczka, Rutkiewicz, Zawada, Cichy, Wielicki, Pustelnik, Baranowska e molti altri, si sono allenati sui Monti Tatra prima di partire per le loro spedizioni in Himalaya o Karakoram.

I Monti Tatra rispetto alle Alpi sono come una miniatura, ma i Tatra possiedono una magia che non si trova in nessuna parte del mondo e il sentiero alpinistico Orla Perć è la ciliegina sulla torta per quasi tutti coloro che sentono la magia dei Monti Tatra e iniziano a vagabondare senza fine attraverso queste montagne.

Hanno lasciato il segno anche su di me. Uno stigma che è un fascino senza fine per i Monti Tatra e in particolare per questo sentiero. Orla Perć mi attrae come una calamita da oltre 30 anni. Una volta, sfogliando le innumerevoli foto dei Monti Tatra, ho iniziato a sistematizzarle e ha scoperto che Orla Perć ne aveva il maggior numero. Finora l’ho percorso 52 volte, in diverse condizioni meteorologiche e in diversi periodi dell’anno.

È questa la fine? Probabilmente no, perché il fascino non è finito e l’incanto è ancora forte. Ogni volta che mi trovo sui Monti Tatra, sul versante polacco o slovacco, salendo vette o creste in successione, i miei occhi cercano involontariamente di trovare in lontananza ancora una cresta frastagliata che corre da ovest a est.

Non c’è bisogno di convincere nessuno che questo è il più bel sentiero delle montagne polacche. E molti hanno scoperto che è anche una “bella bestia”. Da oltre cento anni, da quando il sentiero è stato tracciato e attrezzato con ausili sotto forma di staffe e catene, molte persone vi hanno perso la vita e molte sono rimaste ferite. Troppa fiducia nelle proprie capacità, mancanza di umiltà e prudenza, mancanza di preparazione e conoscenza del territorio e talvolta anche qualche errore. Non ci vuole molto perché un viaggio piacevole si trasformi in una tragedia. Non è un sentiero per tutti. Se qualcuno decidesse di percorrerlo, avrei qualche consiglio per questi temerari.

Il percorso

Per iniziare la tua avventura e goderne la bellezza, vale la pena programmare un pernottamento sui Tatra e partire dal rifugio prima dell’alba.

Di solito, il sentiero Orla Perć si divide in due o tre tappe, utilizzando i percorsi di avvicinamento e discesa. Puoi anche provare a percorrere l’intero sentiero in un giorno, ma dovrai prevedere uno sforzo di 10 ore e tener conto che il punto di partenza e di arrivo è un rifugio.

Il posto migliore come base di partenza è un rifugio nella Valle dei Cinque Laghi Polacchi. Questa è la via più breve per raggiungere la vetta dello Zawrat. Vale anche la pena ricordare che c’è un sentiero, in un unico senso di marcia, da Zawrat a Kozi Wierch.

Il sentiero in cresta è lungo 4160 metri, ma tenendo conto del gran numero di salite e discese lungo l’intera cresta, il tempo per coprire questo tratto è stimato in circa 6 ore e mezza. Ovviamente vanno aggiunti l’avvicinamento al passo Zawrat, dove ha inizio Orla Perć, e la discesa dal passo Krzyżne, dove termina “Grań Orłów”. La salita allo Zawrat e la discesa al rifugio richiede un’altra ora e mezza per ciascuna di queste sezioni. Per le persone che camminano spesso in montagna non è troppo faticoso, ma per coloro che camminano occasionalmente è bene essere in buona forma fisica. Partendo dal rifugio, a quota 1672 m, il punto più alto è il Kozi Wierch a 2291 m, ma se iniziamo la salita da Kuźnice partiremo da sotto i 1000 m.

Il sentiero è stato tracciato e segnato tra gli anni 1903-1906, grazie alla collaborazione della Società dei Tatra e del grande appassionato di queste montagne, il sacerdote Walenty Gadowski, supportato da Jakub Gąsienica Wawrytko, Klimek Bachleda e diversi altri montanari. Nel 1904 e nel 1911 furono segnalati i percorsi di collegamento che consentono di percorrere il sentiero suddividendolo in tratti più brevi.

Ad ogni modo la “bella e la bestia” vale ogni sforzo e ci ricompenserà con splendidi panorami.

Partenza dalla Valle dei Cinque Laghi Polacchi

4,2 km di sentiero alpinistico

6,30 ore

l’intero percorso

Kozi Wierch (2291 m) il punto più alto

Albin Marciniak

Fotoreporter, alpinista, scalatore. Promotore della più grande campagna ecologica in Polonia Czyste Tatry (Tatra puliti). Collabora con Onet.pl, EastNews.pl gestisce un club di viaggiatori e un portale web di viaggi. Autore di mappe e guide escursionistiche.
Albin Marciniak collabora con Raven come ambassador e tester di prodotto.

Raven

Raven si occupa della distribuzione e del commercio di abbigliamento, calzature e attrezzature outdoor di alta qualità. Ha sede a Cracovia e distribuisce le calzature AKU in tutta la Polonia.

Trova il rivenditore AKU in Polonia

Le mie calzature

Le calzature migliori per compiere il percorso alpinistico Orla Perć.



Bentornato!

CANADA

Thanks for Visiting AKU, Please Navigate to Our Canadian Site for the Best Experience.

USA

Thanks for Visiting AKU, Please Navigate to Our US Site for the Best Experience.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito NON utilizza alcun cookie di profilazione. Sono invece utilizzati i cookie di terze parti legati alla presenza dei social plugin. Proseguire la navigazione mediante accesso ad altra area del sito o selezionando un elemento dello stesso comporta la prestazione di consenso all'utilizzo dei cookies. Per avere maggiori informazioni o modificare il vostro consenso all'utilizzo dei cookie clicca qui.

Chiudi

protetto da reCAPTCHA: privacy - termini