5 consigli per godersi la “Shoulder Season”

Mini guida di Angela Crampton per uscire all’aperto anche quando il tempo è incerto e le motivazioni scarseggiano.

Ndt: Prima di proporvi come da oltreoceano gli amici di AKU Nord America superano la brutta stagione, attendendo l’estate per le proprie escursioni in montagna, è necessaria una precisazione. “Shoulder season” letteralmente “la stagione delle spalle” è quel periodo dell’anno che non è né carne né pesce, quei periodi a cavallo tra un’alta stagione e l’altra. Quella terra di mezzo in cui si è indecisi se usare i ramponi oppure le scarpe da fast hiking, quella stagione in cui piove ed è brutto tempo, quella stagione in cui si è portati a non fare nulla.

testo di Angela Crampton, foto copertina di Elisa Bessega

A Seattle si dice che piove solo una volta all’anno da ottobre a giugno. Inutile dire che è difficile rimanere motivati quando i sentieri sono fangosi e il tempo è pessimo. Questo articolo è stato scritto per condividere alcuni consigli su come rimanere positivi e uscire all’aria aperta anche nelle stagioni di mezzo.

1) Accettare il sole o la pioggia.

Non sono una grande fan delle escursioni o di qualsiasi attività quando si devono indossare strati di indumenti impermeabili, finisco per stare l’intera giornata a mollo con uno strato di sudore dentro la mia giacca impermeabile. Tuttavia, prendila con calma o trova un’escursione meno impegnativa, goditi solo l’aria aperta, l’outdoor. Gli abiti impermeabili sono comunque importanti, oltre a quelli non dimenticare di indossare calzature da trekking in Gore-Tex. Se non hai il Gore-Tex allora compra uno spray impermeabilizzante presso il tuo rivenditore AKU e tratta le tue scarpe.

Potresti trovare una nevicata inaspettata su alcuni sentieri. Metti in valigia le ghette, una giacca impermeabile, i ramponcini e i bastoncini da trekking, non si sa mai – puoi sempre lasciarli in macchina. Cerca di capire come vestirti in base alla tua attività e gioca aggiungendo o togliendo una maglia o una giacca per sentirti a tuo agio e trovare il giusto equilibrio.

2) Trova le finestre di bel tempo.

Io uso rapporti dettagliati all’ora per sapere quando è prevista la quantità minima di pioggia durante la giornata in cui ho intenzione di uscire. Controlla il tempo all’inizio della settimana e organizza la tua escursione per il giorno più bello. Guarda le previsioni meteo ogni sera per vedere se sta cambiando e aggiorna i piani di conseguenza.

Trova microclimi, o località con condizioni atmosferiche diverse da quelle di altre zone limitrofe, per evitare la pioggia. Dove vivo io, se vai oltre la cresta della montagna, di solito puoi trovare un tempo più secco con climi desertici. Simili microclimi si possono trovare anche rimanendo ai piedi delle colline piuttosto che salire sulle montagne più grandi che creano i loro sistemi meteorologici.

3) Essere flessibile

Ho un lavoro abbastanza flessibile, quindi posso prendermi un giorno libero durante la settimana se non ho altri impegni. Mi sono imposta di prendermi un giorno libero ogni due settimane. Recupererò il tempo investito nelle mie escursioni outdoor lavorando più ore gli altri giorni oppure nei fine settimana di pioggia.

4) Organizzare insieme ad un amico

È molto probabile abbandonare un piano quando le previsioni del tempo iniziano a cambiare da uno scorcio di cielo coperto al 50% di possibilità di pioggia. Trova un amico con cui preparare l’escursione, in due potrete darvi man forte ed incitamento. Entrambi sarete felici di essere partiti, di aver raggiunto il sentiero e di aver trascorso una giornata diversa anche senza aver portato a termine l’escursione. Tenetevi in contatto con amici che hanno orari flessibili e invogliatevi a vicenda quando avete un giorno libero e buone condizioni meteo – a volte succede: sole e tempo libero si incontrano.

5) Portare con sé un cambio di vestiti

Cosa c’è di più snervante che essere inzuppati fino al midollo durante un’escursione? Essere inzuppati anche mentre torni a casa. Io preparo una borsa con maglione, pantaloni e magliette di cotone o lana e non mi vergogno di cambiarmi in macchina, compresa la biancheria intima. Mi piace portare anche un piccolo asciugamano per asciugarsi un po’ prima di indossare i vestiti puliti. Sarete felici non solo di essere asciutti, ma anche di riscaldarvi più velocemente che non con il riscaldamento a palla durante il tragitto verso casa.

La mia calzatura

Angela Crampton è ambassador AKU USA. Angela ama indossare Bellamont III Suede GTX Ws nei pigri giorni di pioggia e di piccole passeggiate fuori porta, Alterra GTX Ws quando è possibile andar per monti.



Bentornato!

-10%

Ottieni subito il 10% di sconto ed entra a far parte della famiglia AKU.

Rimani aggiornato sulle novità e sulle avventure nella natura.

10%

Ottieni subito il 10% di sconto ed entra a far parte della famiglia AKU.

Rimani aggiornato sulle novità e sulle avventure nella natura.

CANADA

Thanks for Visiting AKU, Please Navigate to Our Canadian Site for the Best Experience.

USA

Thanks for Visiting AKU, Please Navigate to Our US Site for the Best Experience.

protetto da reCAPTCHA: privacy - termini